15/10/05 - Acquisto prima casa richiesto finanziamento regionale

Il Comune di Caivano ha inoltrato richiesta alla Regione Campania per ricevere la quinta tranche dei contributi destinati alle famiglie che acquistano la prima casa, secondo il bando pubblicato nel 2000.
Il contributo è concesso alle famiglie meno abbienti che hanno acquistato la prima casa e che hanno presentato domanda all’Ufficio comunale preposto. Il bando stabilisce che l’ente paghi il venticinque per cento della spesa sostenuta, fino ad un massimo erogabile di 23mila euro. Già undici famiglie hanno già ricevuto materialmente il finanziamento. Il sindaco Domenico Semplice ha dichiarato “che questa iniziativa è una delle tante di supporto alle fasce deboli della popolazione per far sì che si possa riuscire, nel caso specifico, a cogliere l’obiettivo della casa di proprietà. Questa misura, insieme ai contributi sugli affitti concessi dal Comune, fa parte del sistema integrato di sostegno alle fasce disagiate e aiuta le famiglie del territorio ad affrontare la difficoltà economica complessiva”.

14/10/05 - A novembre riaprirà l’ufficio postale

Sarà riaperto agli utenti entro la metà del mese di novembre l’ufficio postale di via Rosano, chiuso circa un anno fa perché dichiarato inagibile.
Provvisoriamente i cittadini per sbrigare le pratiche prima furono costretti a recarsi agli sportelli dei comuni vicini, poi fu sistemato a via Caputo un container. “Nell’ottica di migliorare la qualità dei servizi sul territorio – ha detto il sindaco Domenico Semplice – dopo un confronto serrato con l’amministrazione provinciale e nazionale delle Poste Spa siamo riusciti ad avere un ufficio postale completamente ristrutturato e di ultima generazione che dà garanzia di efficienza dei servizi. Inoltre, sempre grazie al nostro pressing, abbiamo avuto assicurazioni che entro il 2006 verrà aperto a Caivano anche un secondo sportello, necessario per soddisfare le esigenze della vasta utenza”. L’ufficio postale di via Rosano sarà completamente rinnovato anche negli arredi, disporrà di dieci sportelli, di un bancomat e due sale consulenze.

07/10/05 - Ripristinata la vigilanza notturna contro gli incendi

D’ora in poi la polizia municipale vigilerà anche di notte. Dopo alcuni mesi di sospensione è stato infatti ripristinato il servizio di vigilanza notturna.
Pattuglie di vigili urbani quindi gireranno in città e in periferia nel cuore della notte per evitare soprattutto attentati all’ambiente (scarichi o incendio di materiale pericoloso e tossico) che purtroppo, anche a causa dell’ampio territorio caivanese (27 kmq), non è facile controllare e provocano nubi tossiche ed inquinamento. Le zone sotto più attento controllo saranno quelle situate alla periferia nord-est della città (Regi Lagni, zona Industriale Asi, Via S. Arcangelo e dintorni e il territorio ai confini con le Cinquevie di Afragola ed Acerra). Ovviamente la presenza dei vigili farà anche da deterrente contro i reati vari. “Bisogna avere il territorio sotto controllo per 24 ore se si vuole veramente combattere l’inquinamento – spiega l’assessore all’ambiente del Comune di Caivano Luigi Falco - I nostri poliziotti municipali sono stati dotati a tale scopo di alcuni fuoristrada, il mezzo ideale per addentrarsi nelle strade sterrate dove si lasciano o bruciano rifiuti tossici. Il numero degli incendi comunque, grazie al nostro intervento, è notevolmente calato rispetto al passato quando non era prevista alcuna attività di controllo notturna”.

14/10/05 - 2° Concorso Nazionale di cortometraggio

Si terrà il 25 e 26 ottobre il 2^ Concorso Nazionale di cortometraggio “Peppino Impastato” promosso dal Comune di Caivano in collaborazione con la casa Archivio “Peppino Impastato” di Cinisi, il Dream Film, l’associazione contro le mafie “Libera” e con il patrocinio di Regione Campania e Provincia di Napoli.
L’evento, ideato da Gregorio Mascolo e Giovanni Impastato, fratello del giornalista Peppino, direttori artistici della manifestazione, è riservato alle scuole italiane e premierà l’istituto che a giudizio della giuria ha prodotto il miglior cortometraggio (filmato di quindici minuti) sul tema della legalità.La due giorni, in programma presso l’auditorium Caivano-Arte, prevede interventi, incontri con gli studenti e dibattiti su argomenti specifici quali l’ecomafia, scuola e legalità. Invitati il Presidente della Regione Antonio Bassolino, il magistrato Antonino Ingroia, sostituto procuratore a Palermo, uno dei giudici più esperti di inchieste su Cosa Nostra, l’onorevole Paolo Russo, presidente della commissione parlamentare che si occupa di rifiuti e mafia, il senatore Tommaso Sodano della commissione Antimafia ed altri.Nel corso dell’iniziativa sarà proiettato anche un filmato sulla vita di Peppino Impastato ed è previsto uno spettacolo musicale e momenti di intrattenimento con la Nuova Compagnia Teatrale Caivanese.

Fonte: Caserta24ore

12/09/05 - Teatro: Alcune architetture di Caivano

Alcune Architetture di Caivano è un progetto di teatro concepito per gli spazi architettonici pubblici e privati della città di Caivano, organizzato e diretto da quattro anni dall’ associazione caivanese lunGrabbe, con il patrocinio e il contributo del Comune di Caivano.
mennillo.jpgNegli ultimi tre anni lunGrabbe ha realizzato spettacoli teatrali, performance artistiche, mostre in “alcuni” fra i più suggestivi spazi architettonici del centralissimo Corso Umberto di Caivano, come il giardino di Palazzo Pepe, le terrazze e i cortili di Palazzo Capace e Palazzo Celiento o nelle strade del centro storico con gli eventi realizzati nei Palazzi Lanna (via don Minzoni) e Nocera (via Matteotti). Fondamentale in questi anni è stata la disponibilità e l’entusiasmo dei privati che hanno aperto le loro abitazioni per lo svolgimento di queste “inusuali attività pubbliche”, dando la possibilità di ammirare e vivere il lato ancora visibile di un’architettura rurale ormai quasi del tutto cancellata dall’”edilizia selvaggia” degli anni settamta-ottanta.
Ciò che ha caratterizzato le passate edizioni di Alcune Architetture di Caivano è stata la creazione di eventi teatrali e artistici pensati appositamente per spazi architettonici non teatrali, spazi che venivano scoperti volta per volta dal pubblico durante i percorsi “irregolari” degli spettacoli.
Parte degli spettacoli realizzati a Caivano, con i relativi spazi di pubblica rappresentazione, sono ora contenuti nel volume “PARTITURE VISIVE Teatro d’Architettura” pubblicato da chi scrive presso le edizioni d’arte e-m arts/fondazione morra di Napoli. In più, una mostra con i materiali contenuti nel volume sopracitato, dal titolo “lunGrabbe teatro 2001-2003”, è stata presentata alla XXXV edizione di Benevento Città Spettacolo ( con una breve anteprima realizzata nel luglio 2004 alla III edizione di Alcune Architetture di Caivano,), mostra che è stata poi inserita nel prestigioso PATALOGO annuario teatro 2004 della casa editrice milanese ubulibri e selezionata assieme ad altre 30 mostre italiane legate ad eventi d’arte e teatro realizzati nella stagione 2004.
Questa quarta edizione di Alcune Architetture di Caivano invece, con sottotitolo “Teatro Sonoro nei palazzi caivanesi”, mette insieme i testi teatrali e poetici di due volumi diversi (PARTITURE VISIVE e FOGLIO DI GIOSTRE E FILM NELLA CITTA’) con le composizioni musicali di due musicisti napoletani, Valerio Sgarra e Marco Di Palo, per la realizzazione di due “poemi-concerto” nei cortili di Palazzo Capace e Palazzo Celiento.
Un’edizione che quindi privilegia l’aspetto sonoro del teatro, puntando sul lato performativo dell’oralità come discorso “in minore” e irregolare, in spazi finalmente aperti alle pubbliche ricorrenze non normative della collettività.



Fonte : comunicato stampa