Matrimonio Religioso

Lo Stato Italiano riconosce gli effetti civili del sacramento del matrimonio disciplinato dal diritto canonico. Pertanto all'atto della celebrazione del matrimonio il Parroco è anche Ufficiale di Stato Civile. È necessario richiedere un colloquio al Parroco dove si intende celebrare il matrimonio. Vanno contestualmente effettuate le procedure previste per il matrimonio civile (presentazione documenti, appuntamento con l'Ufficiale di Stato Civile, ecc., così come indicato nella scheda: "Pubblicazioni di matrimonio"). Le pubblicazioni di matrimonio si eseguono contemporaneamente sia in Comune che in Chiesa. Trascorsi tre giorni oltre il termine delle pubblicazioni il Parroco può celebrare il matrimonio alla presenza di due testimoni maggiorenni. Sono ammessi nello Stato culti diversi dalla religione cattolica apostolica romana. I Ministri di culto, la cui nomina deve essere approvata dal Ministero dell'Interno, Direzione Generale Affari dei Culti, possono procedere alla celebrazione di matrimonio valido anche agli effetti civili.

Cosa occorre:

Documenti civili: sono necessarie le pubblicazioni di matrimonio

Per i documenti ecclesiastici: rivolgersi al Parroco.

Dove andare: Ufficio dello Stato Civile
Parrocchia di residenza di uno dei due sposi.
Costi:

Il costo della marche da bollo, ove previste, e delle spese di segreteria.